Futuro del verbo occupare

Cari Soci e Colleghi

Vi inoltro il link ad un recente dossier di INAPP dal titolo invitante: Futuro del verbo occupare

Link

Ai ns Soci è noto l’acronimo INAPP che è una struttura tecnica del Ministero del Lavoro con la quale è in atto con una collaborazione da un quinquennio,  finalizzata al riconoscimento della figura professionale del controller in sintonia con la nostra Norma UNI 11618.

Questo documento ha un tenore più ampio in quanto tratta in modo, a mio avviso, concreto e strategico il tema del lavoro, e della qualità ‘agile’ del lavoro come richiesto – anche se improvvisamente e senza alcuna preparazione – dalla Pandemia … il cosiddetto smart working.

  • perché il lavoro sia veramente agile, è necessario che siano le nuove tecnologie a plasmare i processi produttivi e l’organizzazione del lavoro e che si imponga tra i lavoratori e nella gestione manageriale un modello culturale digitale

quindi   è una questione di strumenti, di infrastrutture, di competenze, di organizzazione ma soprattutto di forma mentis.

  • Il documento introduce un acronimo  (per me nuovo) ASW  Attitudine allo smart working.  Interessante è il riporto ad uno studio in cui si è visto come un maggior Asw è correlato con un reddito più alto.  Mi fa molto piacere quanto viene aggiunto – e del resto stigmatizzato anche da varia letteratura recente – la digitalizzazione e lo smart working non deve esacerbare le differenze sociali.  

Mi permetto di aggiungere un mio commento su questo tema a me molto caro.  Questa affermazione si collega ad una pubblicazione del (compianto) Pierpaolo Pasolini che scriveva come lo sviluppo tecnologico non è sovrapponibile al progresso umano e sociale.   E qui aggiungo come nel paradigma di smart working deve salvaguardare le tutele legate alla sicurezza sul lavoro, anche se temporaneamente eseguito a casa propria (e magari con strumenti di proprietà del dipendente!).

  • Atlante del lavoro, che è il risultato della integrazione e strutturazione dei tanti repertori delle figure professionali regionali è stato strumento essenziale di indagine.

Ultima considerazione ed informazione ai soci e colleghi.

La più spiccata digitalizzazione in progress nelle organizzazioni economiche e non solo italiane ed in particolare l’  Automazione Intelligente hanno portato ad un bellissimo evento organizzato da Assocontroller presso Accenture nel settembre 2019: questo ha portato alla riapertura dell’Osservatorio sulla figura del controller.  Una decina di colleghi hanno lavorato per riesaminare le competenze ed abilità della norma UNI 11618.    In questi giorni, come pianificato, è stato riaperto il dialogo tecnico con UNI con l’obiettivo di aggiornamento della Norma UNI alla luce di quanto sopra ed anche dell’allineaamento della figura professionale del controller come riportata, appunto, nell’Atlante del Lavoro.

Giorgio Cinciripini

Past President

Lascia un commento