Quale è il livello di diffusione dei digital tools all’interno della funzione AFC ?

Caro Socio, Gentile Collega             a conclusione dell’interessante IV Giornata del Controller, che quest’anno verteva sul tema “Il ruolo del Controller nella transizione verso la Digital Finance e l’Intelligent Automation”, svoltasi il giorno 26 settembre u.s. presso la splendida sede di Accenture nel cuore della Milano del Business (Piazza Gae Aulenti), e che …

QUESTIONARIO OSSERVATORIO DI CNA PROFESSIONI 2019

ARRIVA DA CNA PROFESSIONI E CON PIACERE GIRIAMO AGLI ISCRITTI AL NS SITO:       Gent.mi, in allegato la comunicazione ed il link per partecipare al questionario per costruire l’Osservatorio CNA Professioni 2019. I risultati dell’indagine saranno utilizzati per sostanziare al meglio proposte per indirizzare l’azione del Legislatore sul …

La figura del Controller: confronto tra Accademia e Associazione

Il Primo Marzo 2018 si è tenuto presso la Università Bocconi di Milano un evento con il titolo : Il controller dalla esperienza alla Norma.   Relatori : Prof Dossi e Meloni – Università Bocconi Dr Torretta – UNI Dr Cinciripini e Lazzari – Assocontroller.   Questo post non vuole …

La Formazione per i Manager : indagine di CFMT e ASFOR

Il 22.11.17 a Milano si è tenuto un convegno di presentazione di un’indagine condotta da ASFOR (associazione per la formazione manageriale) e CFMT (centro di formazione per il terziario) sulla formazione per i manager.   Di seguito riporto alcune note dalle presentazioni e spunti di riflessione Hanno coinvolto un centinaio …

Il Controller e le informazioni non finanziarie: obblighi di legge dal prossimo Bilancio

  Con le rendicontazione di bilancio per l’anno fiscale 2017 è obbligatorio (per le aziende quotate in Borsa e per quelle società che hanno almeno 500 dipendenti e (un fatturato superiore a 40 M€ oppure asset superiori a 20 M€) allegare una relazione contente con le informazioni non finanziarie pertinenti …

Progetto Osservatorio

EXECUTIVE SUMMARY dell’articolo che illustra il percorso svolto nella prima fase del Progetto La necessità di una certificazione delle competenze del Controller italiano è essenzialenello attuale contesto socio economico Il nuovo quadro normativo recentissimamente approvato dal legato alle “professioni nonriconosciute da Ordini” dà la grande opportunità di certificare le competenze. …

Osservatorio sul ruolo e figura del Controller

Nella bellissima e tecnologica sede operativa di Banca Popolare di Milano (Via Massaua) si è tenuto l’evento dell’Osservatorio sul ruolo e figura del controller.

Oltre 50 i presenti hanno seguito i lavori presentati da 9 relatori.

Oltre al saluto della associazione tedesca International Group of Controlling (Dr Biasi) che si sta aprendo al controllo di gestione italiano, l’ Ing A. Salvi ha riportato la sintesi e l’analisi del lavoro di gruppo (16 specialisti del CdG appartenenti ai vari settori della economia italiana) sulle attività e compiti del controller.

In estrema sintesi: due terzi della attività del Controller è di

  • coordinamento e supporto dei processi di CdG (che attraversa l’intera Organizzazione)
  • misurazione delle performance
  • terzo posto in questa “graduatoria” è quello di facilitatore del processo di pianificazione e decisionale .

Si evince un professionista caratterizzato da capacità manageriale e di relazione innanzitutto all’interno della struttura e concentrato nel disegno e gestione di un sistema che continuamente mantenga la coerenza tra strategia ed azioni e risultati.

I cinque docenti delle cinque università milanesi hanno portato la loro visione del CdG e del Controller oggi e domani.

  • Prof M Saitta (Bicocca), ha ricordato i passi compiuti negli ultimi 30-40 anni da questa branca dell’Amministrazione, che ha portato il budget ed un reporting standard in moltissime aziende. C’è interesse ed attenzione dei giovani per questa che è di fatto una figura atipica: l’idea di riconoscerla con una certificazione è una risposta. 
  • Prof. M: Agliati (Bocconi) ha riportato alcune dimensioni della complessità della accezione del controllership: una forte ‘overlap’ con la figura del ‘manager, per le sue attività e responsabilità in tante e varie direzioni. L’evoluzione della Amministrazione e Controllo in questi decenni è stata guidata da una spinta verso un dialogo diretto con il Business, per conoscere le variabili significative e poter dialogare in modo efficace. Ha ricordato l’approccio ‘anglosassone’ di certificazione professionale , non legata a norme legislative. Egli ha anche espresso una complessità anche nella definizione delle competenze che vanno ben oltre la conoscenze economistiche: la leadership, il project management, ICT, … qui, secondo Agliati, deve l’associazione dare il suo contributo di formazione ai fini anche di una certificazione.
  • Il Prof Devecchi (Cattolica) ha trovato interessante il lavoro presentato, suggerendo approfondimenti legati a variabili quali:
    • La dimensione della azienda: non solo le PMI, ma anche le aziende famigliari
    • Il settore e comparto economico
    • Lo stile di gestione
    • Il background del top management
    • Il ciclo di vita del controller: dalla sua partenza (dal marciapiede del business) ai suoi sviluppi e carriera anche al di fuori di AFC
  •  Il Prof A. Bubbio (LIUC) ha presentato la sua visione del quarto ruolo del controller:
    • Gestore dei numeri , non solo finanziari, ma anche sempre più trigger ed indicatori della congruità tra ‘realtà’ e modelli; ma anche ritornare ad una sana variance analysis
    • Architetto: creatività ma anche tanta tecnica e conoscenza del flussi, dei dati e degli strumenti applicativi
    • Educatore
    • Attivatore e gestore dei processi aziendali

In sintesi, una figura del controller come il secondo pilota del rally: che deve dare il suo contributo prima della curva … e non dopo !

  • L’Ing M. Arena (Politecnico) ha illustrato la sua presentazione, molto articolata, sull’evoluzione del contesto tecnico ed economico che ha portato ad un Cambiamento degli strumenti / tecniche, con a monte, integrazione nel processo di pianificazione di alcuni elementi di rischio , ma a valle, attraverso l’uso di indicatori in grado di cogliere velocemente i ‘segnali deboli’. Quindi egli deve gestire la complessità, la dinamicità, e quindi capire e saper sfruttare la tecnologia 
  • Il Prof. G. Berloffa (presidente di UNI Professioni e di CNA Professioni) ha portato notizie freschissime provenendo direttamente dalla Camera dei Deputati dove la proposta di legge sul riconoscimento delle professioni non ordinistiche ritornata alla Camera, dopo l’approvazione in Senato, sembrerebbe quasi certo che verrà approvata in sede legislativa, dalla Commissione preposta in tempi brevi e sicuramente prima della chiusura delle attività legislative previste per Natale pv. 
  • Il Dr. A. Bossi (Hays) ha portato la sua esperienza di head hunter sul mercato del lavoro del controller. Cosa oggi si vuole da questa figura , quali skill (visione strategica, capacità relazionale, analiticità e capacità manageriale; ma anche competenze economiche, finanziarie, di processo e ICT). Ha riportato i segnali positivi che questo mercato non si è chiuso nella fase di recessione economica , a differenza di altri profili.

A conclusione, il Dr G Cinciripini (Presidente di Assocontroller) ha chiuso l’evento ricordando che questo è stato organizzato per valutare il risultato del primo step: individuazione delle attività e compiti del controller.

Ha quindi avviato la fase successiva di studio che vedrebbe un nuovo gruppo di lavoro che studi le competenze, le conoscenze e le abilità del controller. Membri del GdL dovrebbero essere controller, associazioni, università, ma anche rappresentanti dei diretti stakeholder: le associazioni imprenditoriali.

Nel Gennaio 2013 Assocontroller si attiverà per la realizzazione di questa seconda fase.

 

Introduzione del Presidente Assocontroller, Dr Giorgio Cinciripini

Intervento del Dr T. Biasi di International Group of Controlling

Intervento del Prof G. Berloffa, Presidente di UNI Professioni 

Intervento del Prof C. Devecchi Università Cattolica

 


Tavola Rotonda Milano Bicocca

Tavola rotonda organizzata da Assocontroller presso l’Università degli Studi Milano Bicocca. Tema dell’incontro: Il Ruolo del controller in tempo di incertezza: definizione della figura professionale ed evoluzione futura. L’evento, patrocinato dalla Regione Lombardia e dalla CCIAA di Milano, si è svolto nell’Aula Consiglio dell’edificio U7 dell’Università di Milano Bicocca e …