Atlante del Lavoro e la figura del Controller

Cari Colleghi

Desidero aggiornare i Soci e i ‘follower’ della ns Associazione su un importante passo realizzato dalla ns associazione grazie all’impegno di un gruppo di controller, soci e non-soci.

Premessa

Mi riferisco alla attuazione del Dlgs 13/2013 in merito alla attestazione e certificazione delle professionalità nell’ambito del lavoro dipendente.

Ho più volte  informato i Soci ed i controller su questo cambiamento epocale relativo al valore delle competenze e della formazione continuativa voluta dall’Europa e diventata legge italiana nel 2012.

Vi rimando ai segg. Post

https://www.assocontroller.it/europa/controller-certificazione-attestazione-fornero/

 

https://www.assocontroller.it/news/attestazione-quale-opportunita-per-controller-per-controller-dipendenti/

 

https://www.assocontroller.it/networking/formazione-permanente-e-certificazione-competenze-del-lavoratore/

 

https://www.assocontroller.it/formazione/formazione-permanente-per-tutti-lavoratori/

 

Dopo vari tentativi finalmente siamo riusciti, il 29.3.2018,  ad essere ufficialmente riconosciuti dall’INAPP (ente del Ministero del Lavoro, ex ISFOL) come attore che partecipa alla manutenzione dell’Atlante.

Di fatto il progetto è iniziato il 11.10.2018 a Roma con un breve ‘corso di formazione’ operativa.

 

Cosa è stato fatto ?

Si è eseguita una  comparazione delle conoscenze, competenze ed abilità come espresse nella norma UNI 11618 con le analoghe informazioni presenti nell’Atlante del Lavoro.   Interessante è che in questo ultimo è presente il dettaglio dei processi aziendali (che non sono presenti nella Norma UNI).

 

Il gruppo di lavoro è costituito da:

Irene Boschis, controller, ex-consigliere

Giulia Zumerle, controller, non-socia

Valentina Dal Vecchio, controller, non-socia

Francesco Aldo De Luca, consulente, socio

Francesco del Vescovo, consulente, socio

Luigi Canzanella, consulente, socio

Giorgio Cinciripini, socio.

 

La tabella con il risultato di questo ‘cross-reference’ è stato inoltrato ad INAPP e ad inizi marzo inizierà il confronto con i tecnici di INAPP per arrivare, in conclusione, ad un Profilo del controller  molto più in linea con la ns visione di questa nostra professionalità, visione che fu ‘stigmatizzata’ nella norma UNI.

 

Quali prospettive future ?

Rammento che questo è un passo importante in quanto il percorso avviato dalla legge 92/2012 ovvero il DLgs 13/13 che è uno strumento attuativo, è molto impattante sulla vita professionale di ogni lavoratore dipendente.

Andrà a ‘codificare’ la sua professionalità e la sua formazione continuativa.

Assocontroller si conferma associazione di riferimento dei controller italiani.

Essa potrà essere titolata – in particolare a conclusione di questa iniziativa in cui la ns associazione sarà la ‘tutrice’ della figura professionale non solo ex per norma UNI ma anche per l’Atlante del Lavoro  –  ad attestare la professionalità del controller.

Related Posts

Lascia un commento