In arrivo il Competence Model !

Di Competence Model se ne è parlato più volte nella associazione ed nel ns sito. Vedere qui e qui

Il CM fu sviluppato da due soci come programma di Microsft Access. Si è deciso di renderlo fruibile ad una platea che può essere molto ampia.

Dopo richiesta di offerte ad otto software house, quasi tutte estere, l’incarico è stato dato ad un’azienda tedesca che ha inziato i lavori diu ‘trasferimento’ delle query etc. in una piattaforma cloud.

Che cosa è il Competence-Model-2.0 ?

TRAINING PATH-WAY

You wouldn’t climb a mountain without having studied your route first. 

E’ un applicazione che sarà presente in  Cloud, che dà l’opportunità al socio di vedere evidenziate quali sono le più importanti conoscenze (K) ed abilità (S) necessarie per sviluppare le competenze volute

Come funziona ?

  1. L’utente dà un peso alle competenze correlate alle aree di attività e compiti di interesse
  2. Quindi autovaluta la popria padronanza delle conoscenze ed abilità
  3. Il sistema elabora le risposte in base ad un algoritmo costruito grazie alla Norma UNI 11618 (Controller)
  4. Il sistema  visualizza le K e le S che si correlano con le competenze riconosciute come più rilevanti

Risultato ?

Il socio  riceve innazitutto una lista di quelle  K e  S che si evidenziano come carenti per il perseguimento di quelle competenze scelte come più importanti. 

Questo output è finalizzato a fissare delle priorità nella programmazione del proprio percorso di formazione

Quando disponibile lor enderemo disponibile per i Soci in regola con il pagamento della quota associativa annuale.

Siamo coonvinti che questa applicazione possa essere utile in vari modi:

  • verificare se per svolgere le manioni attuali, ovvero per adempiere ai compiti, attività e competenze richieste dal presente ruolo, è bene approfondire alcune conoscenze e sviluppare meglio alcune abilità
  • nel caso si volesse pianificare un cambiamento di ruolo e quindi di profilo di controller, dopo aver indicato le (nuove) attività e competenze richieste, e dopo aver autovalutato le prorpie conoscenze ed abilità, il sistema può indicare un percorso di formazione che lo porterà al target.

Giorgio Cinciripini

Lascia un commento