Comunità Europea: Approfondimento strumenti finanziari 2014-2020 in Horizon 2020 e COSME‏

Gentilissimi vi inoltro comunicazione della collega Vitella dell’Ufficio Cna Bruxelles in riferimento a quanto in oggetto.

 

 

 

Con riferimento alla segnalazione dello scorso luglio relativa ai nuovi strumenti finanziari, Vi segnaliamo un approfondimento relativo alla nuova generazione di strumenti finanziari, la quale comprende il pacchetto InnovFin – EU Finance for Innovators legato a Horizon 2020, cui andrà ad accompagnarsi lo Strumento di garanzia dei prestiti implementato nel quadro di COSME.

 

Per quanto riguarda la nuova generazione di strumenti InnovFin – EU Finance for Innovators, Vi ricordo che tali strumenti andranno a sostituirsi a quelli implementati nel quadro del 7PQ e si baseranno sul meccanismo di finanziamento con ripartizione del rischio; disporranno di dotazioni pari a € 2,7 miliardi per il prossimo settennato, cui andrà ad aggiungersi un contributo della BEI che sarà indicativamente equivalente all’allocazione della CE ricompresa nel bilancio di Horizon 2020.

I fondi saranno erogati in modo diretto o indiretto, attraverso il coinvolgimento di intermediari finanziari.

 

Ø  InnovFin – EU Finance for Innovators comprende una gamma di prodotti su misura a sostegno di progetti di R&I di qualsiasi dimensione, dai più piccoli ai più grandi. Tale pacchetto è organizzato in 4 categorie di strumenti di finanziamento, correlati da servizi di consulenza:

 

Garanzia InnovFin per le PMI – InnovFin SME Guarantee

Finanziamento InnovFin per la crescita delle midcap – InnovFin MidCap Growth Finance

Garanzia InnovFin per le midcap – InnovFin MidCap Guarantee

InnovFin per grandi progetti – InnovFin Large Projects

– Servizi di consulenza – InnovFin Advisory

 

Questi strumenti andranno a sostituirsi a quelli implementati nel quadro dello scorso periodo di programmazione comunitaria 2007-2013, ovvero RSFF, RSI, MCI, GFI ecc.

 

 

Nel quadro di COSME, il Programma per la competitività delle imprese e delle piccole e medie imprese, è stato implementato lo Strumento di garanzia dei prestiti (LGF), il quale è il risultato di un’iniziativa lanciata dalla Commissione Europea ed è gestito dal Fondo Europeo per gli investimenti (FEI).

Tale strumento di debito sostiene la crescita e le attività di ricerca e innovazione delle imprese europee e mira a facilitare l’accesso al credito per un gran numero di PMI che altrimenti potrebbero incontrare difficoltà attraverso i canali ordinari del sistema bancario. Nel Regolamento che istituisce COSME (link) è specificato che, pur essendo previste delle eccezioni, di norma l’LGF coprirà prestiti non superiori a € 150.000 e con una scadenza minima di dodici mesi.

 

Non sono fornite indicazioni precise con riguardo alle dotazioni del programma COSME che saranno riservate a questo strumento. Nel Regolamento del programma è genericamente indicato che, rispetto a un budget totale di poco inferiore agli €2,3 miliardi (a prezzi correnti), non meno del 60% del budget di COSME sarà destinato agli strumenti finanziari. Nel contesto del programma, saranno due gli strumenti ad essere implementati: uno strumento di capitale proprio e uno strumento di garanzia dei prestiti. Il Regolamento conclude che l’assegnazione di fondi ai vari strumenti tiene conto della domanda da parte degli intermediari finanziari.

 

LGF offre un seguito allo Strumento di Garanzia per le PMI (SMEG – SME Guarantee Facility), attivo nel corso del periodo di programmazione comunitaria 2007-2013.

 

Come per il pacchetto InnovFin, anche con riguardo al programma COSME e allo Strumento di garanzia dei prestiti, Vi segnalo che il Gruppo BEI è ora nella fase di selezione degli intermediari finanziari, i relativi inviti a manifestare interesse sono stati pubblicati lo scorso 4 agosto e resteranno aperti sino alla conclusione del settennato.

 

La conclusione degli accordi tra Gruppo BEI e intermediari finanziari è prevista, in via informale, entro fine anno. In considerazione di ciò e del fatto che le risorse saranno distribuite sulla base del principio “first come, first served”, gli interessati sono invitati ad essere pronti a presentare le proprie candidature non appena tali accordi saranno conclusi.

Con il procedere della selezione degli intermediari finanziari e la conclusione degli accordi, sarà costantemente aggiornata la lista degli enti disponibile nella presenta pagina web del FEI.

 

Resto a disposizione per ulteriori informazioni su quanto sopra segnalato.

 

Con i migliori saluti,

 

Elisa Vitella

 

Elisa Vitella

CNA Brussels’ Office
Rue Joseph II, 36/38

B-1000 Bruxelles
Tel. +32 2 230 74 40/29
Fax +32 2 230 72 19

e-mail: vitella@cna.it
web site: http://www.cna.it/CNA/Bruxelles

 

Lascia un commento