Consiglio direttivo del 14.5.2015

Web conference via Gotomeeting di Citrix.

 

Joint Membership IMA & Assocontroller

 

Nina Michels (Operations Director of IMA Europe e Gyulnash Wild, Relationship Manager of IMA Europe) hanno illustrato la storia, le finalità della associazione americana del controllo di gestione, IMA, nata nel 1929 e la proposta di ‘stretta’ partnership tra le due associazioni.

In sintesi viene proposto  una Joint Membership secondo la quale i nuovi soci pagheranno sempre una unica quota per avere le due iscrizioni alle due associazioni fruendone i benefici di ognuna.

Dopo saluto e ringraziamento alle due ospiti, si è aperta la discussione, che ha visto i presenti portare la propria visione, ma anche gli assenti, che avevano via email trasmesso il loro parere al Presidente.

In conclusione, a maggioranza, si è deciso di procedere.

 

In merito ai tempi di attuazione, tenuto conto che il ns Statuto prescrive che l’Assemblea decide in materia di quote, possiamo procedere con l’avvio della collaborazione subito, da ratificare alla prossima assemblea 2016’.

 

Andamento numero soci

Con fine aprile si è chiuso il termine di rinnovo delle quote annuali. Dopo tre solleciti i soci che non hanno provveduto ai sensi dello art. 8 dello Statuto sono da ritenersi esclusi. Questa volta sono ben 53.

Il Presidente ha sottolineato, ancora una volta, come la nostra pelle di Controller, di ‘curatori della Governance (quindi non solo delle aziende dove operiamo ma anche della ns associazione) ci impone rispettare ciò che lo Statuto specifica. E questo approccio è ‘atipico’ delle associazioni !

Si è eseguito un’analisi dello andamento delle entrate ed uscite dal 2011 al 2015 . Il dato preoccupante è il 18% (uscite odierne vs previsti soci a fine anno) ma di soci che sono presenti meno di 12 mesi, quindi soci che entrano … ed escono. Molto probabilmente sono quelli che provengono dai corsi di IFAF, che non pagano la quota del primo anno e che quando debbono pagare il secondo anno (anche se scontato) … Ma non solo.

Si è deciso di chiedere ad una persona esterna di fare una serie di telefonate per acquisire le motivazione del NO.

 

 

Visto il protrarsi della discussione del primo punto, la riunione si è conclusa a questo punto, fissando il consiglio al 17.6 ore 19.

 

Andamento di alcuni Gruppi di Lavoro:

 

  • PMI e SME   (Cristian Rizzo)

 

Gruppo PMI

  1. proposta di Thomas (seguirà incontro ad hoc) su creazione di un seminario sul controllo di

gestione, esperienza simile in CA Akademie.

  1. remind per eventuali proposte di seminario
  2. Lodi – incontro con Aron per discutere sulla data (rinviata il 20 pv)

Gruppo SMEs

realizzazione di un sondaggio per comprendere lo stato dell’arte del Controllo di Gestione nelle PMI Italiane e da sottoporre per il tramite dei membri del GdL alla propria rete, lo stesso verrà poi tradotto in lingua inglese ed inviato ad IMA e Controller Russo per discussione con Assocontroller.

 

  • Pubblica Amministrazione (P. Marigonda)

 

una settimana fa si è chiusa la raccolta dei questionari per l’attivazione del gruppo di lavoro PA

di Assocontroller.

Complessivamente sono stati raccolti16 questionari, di cui 6 hanno subito risposto

affermativamente alla richiesta di partecipazione al lavoro di gruppo e 3 si sono riservati di

rispondere successivamente.

Ecco una breve sintesi dei risultati emersi (ristretta ai 9 casi di potenziali aderenti):

1) 7 soci svolgono o hanno svolto il lavoro come dipendenti, 2 come consulenti

2) il numero di dipendenti va da 10 a 12.000

3) il numero di dipendenti che si occupano di amministrazione e controllo va da 1 a 300

4) 4 sono enti locali e municipalizzate, 2 ricerca e università, 2 sanità, 1 altri enti pubblici

5) 7 enti sono in contabilità economica, 2 in finanziaria

6) 8 enti hanno una struttura dedicata al controllo di gestione, una contabilità analitica e fanno il

budget

7) 6 soci ritengono che ci siano stati significativi cambiamenti nel sistema di controllo negli

  • ultimi anni.

 

 

 

 

 

Lascia un commento