NLG natural language generation … ed il controller?

Cari Colleghi

vi segnalo questo articolo preso dalla ottima rivista Strategic Finance (di IMA) https://sfmagazine.com/post-entry/november-2020-a-written-test-for-artificial-general-intelligence/

Il GPT-3 è un modello di linguaggio autoregressivo che è il più potente modello di generazione di linguaggio naturale (NLG) mai costruito. È stato rilasciato in beta l’11 giugno 2020. È la terza generazione di modelli di linguaggio GPT creata da OpenAI, ed è la più grande, con una capacità di 175 miliardi di parametri di apprendimento automatico. I parametri sono valori, come le parole, e servono come base di conoscenza per una macchina come GPT-3 che fa previsioni testuali.

Se si inserisce qualche parola, GPT-3 scriverà un pensiero o una frase completa. Il modello è stato addestrato sui dati di Common Crawl, un’organizzazione no-profit che costruisce e mantiene un repository aperto di dati di web crawl accessibile al pubblico gratuitamente (commoncrawl.org). Il database GPT-3 ha gran parte di internet, un’immensa biblioteca di libri e tutta Wikipedia.

La GPT-3 può scrivere news e promemoria commerciali. Può ricercare e riassumere casi di studio per avvocati, scrivere narrativa e poesia, tradurre in diversi linguaggi, e anche scrivere programmi per computer e fare formattazione web in Python, JavaScript, CSS, HTML e altri linguaggi.

Può essere quindi un competitor del controller? La risposta sta nella determinazione di ogni controller di sviluppare quelle attitudini e quelle conoscenza che servono a differenziarsi da strumenti automatici che sempre più possono emulare le attività più ‘basic’!

Ricordo che Il 22 luglio 2019, Microsoft ha annunciato un investimento di un miliardo di dollari in AI in una partnership con OpenAI, la società di ricerca AI di San Francisco, California, co-fondata da Elon Musk,

Lascia un commento